Malloreddus al pesto

Malloreddus al pesto

Malloreddus al pesto è un primo piatto che fonde la cucina sarda con la cucina genovese.

Is Malloreddus definiti anche gnocchetti sardi sono un tipo di pasta tipica sarda di semola di grano duro.

Affondano le proprie radici in una secolare tradizione.

Anticamente la loro forma veniva ottenuta premendo l’impasto con le dita su un cesto di paglia dandone la caratteristica rigatura.

Is Malloreddus è una pasta ruvida, porosa, saporita e ad alto contenuto proteico capace di catturare il condimento.

Di solito vengono preparati con salsa al pomodoro o ragù e pecorino sardo.

Oggi invece ve li propongo al pesto.

Vista la stagione e l’abbondanza del basilico non può di certo mancare sulle nostre tavole un buon pesto alla genovese.

Così potete prepararlo in casa seguendo la mia ricetta Pesto alla genovese .

Is Malloreddus che ho utilizzato sono della Casa del grano .

Vediamo come fare.

Malloreddus al pesto

Malloreddus al pesto

  • Difficoltà: Bassa
  • Preparazione: 30 minuti
  • Cottura: 12 minuti
  • Porzioni: 4 persone
  • Costo: Molto Basso

Ingredienti

  • Basilico Genovese 50 g
  • Olio Extravergine D’oliva mezzo bicchiere
  • Parmigiano Reggiano 50 g
  • Pecorino Sardo 20 g
  • Aglio 2 spicchi
  • Pinoli 10 g
  • Sale Grosso un pizzico

Preparazione

Come prima cosa preparate il Pesto alla genovese .

Nel frattempo mettete a bollire l’acqua.

Salatela e cuocete Is Malloreddus per 12 minuti o secondo la cottura riportata nella confezione.

Prelevate un mestolo di acqua di cottura e stemperate il pesto.

Scolate la pasta e conditela con il pesto alla genovese.

Condite con un filo d’olio extra vergine di oliva e servite con una fogliolina di basilico fresco.

Buon appetito!

Note

Se ti è piaciuta la ricetta condividila con amici e parenti.

Mandami la foto delle ricette realizzate da te, sarò lieta di pubblicarle nella mia pagina Facebook.

Non perderti le nuove ricette con gli aggiornamenti nella mia pagina Facebook ti aspetto!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.